lunedì 11 giugno 2018

San Barnaba Apostolo


San Barnaba Apostolo, di nazione Cipriota, ordinato dai Apostolo delle genti insieme a san Paolo, percorse con lui molte regioni, esercitando l'ufficio della predicazione evangelica; finalmente, andato a Cipro, vi onorò il suo Apostolato con un glorioso martirio al tempo dell'imperatore Nerone. Gli fu attribuita una lettera molto lodata da molti santi Padri. Per tradizione è detto fondatore della Chiesa di Milano.


INTROITUS
Ps 138:17.- Mihi autem nimis honoráti sunt amíci tui. Deus: nimis confortátus est principátus eórum.  ~~  Ps 138:1-2.- Dómine, probásti me et cognovísti me: tu cognovísti sessiónem meam et resurrectionem meam.  ~~  Glória  ~~  Mihi autem nimis honoráti sunt amíci tui. Deus: nimis confortátus est principátus eórum.

Ps 138:17.- I tuoi amici, o Dio, sono sommamente onorati; veramente forte è diventato il loro principato.  ~~  Ps 138:1-2.- Signore, tu mi scruti e mi conosci, tu conosci quando siedo e quando sorgo.  ~~  Gloria  ~~  I tuoi amici, o Dio, sono sommamente onorati; veramente forte è diventato il loro principato.


Gloria


ORATIO
Orémus.
Deus, qui nos beáti Bárnabæ Apóstoli tui méritis et intercessióne lætíficas: concéde propítius; ut, qui tua per eum benefícia póscimus, dono tuæ grátiæ consequámur. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

Preghiamo.
O Dio, che ci rallegri con i meriti e l'intercessione del beato apostolo Barnaba; concedici propizio che chiedendo i tuoi benefici, per mezzo di lui, li possiamo ottenere in grazia della tua bontà. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

LECTIO
Léctio Actuum Apostolórum
Act 13:1-3
In diébus illis: Multus numerus credentium Antiochíæ convérsus est ad Dóminum. Pervénit autem sermo ad aures ecclésiæ, quæ erat Jerosólymis, super istis: et misérunt Bárnabam usque ad Antiochíam. Qui cum pervenísset et vidísset grátiam Dei, gavísus est: et hortabátur omnes in propósito cordis permanére in Dómino: quia erat vir bonus, et plenus Spiritu Sancto et fide. Et appósita est multa turba Dómino. Proféctus est autem Bárnabas Tarsum, ut quaereret Saulum: quem cum invenísset, perdúxit Antiochíam. Et annum totum conversáti sunt ibi in ecclésia: et docuérunt turbam multam, ita ut cognominaréntur primum Antiochíæ discípuli Christiáni. Erant autem in ecclésia, quæ erat Antiochíæ, prophétæ et doctóres, in quibus Bárnabas, et Simon qui vocabátur Niger, et Lúcius Cyrenénsis, et Mánahen qui erat Heródis Tetrárchæ collactáneus, et Saulus. Ministrántibus autem illis Dómino et jejunántibus, dixit illis Spíritus Sanctus: Segregáte mihi Saulum et Bárnabam in opus, ad quod assúmpsi eos. Tunc jejunántes et orantes imponentésque eis manus, dimisérunt illos.

In quei giorni: Gran folla, avendo creduto, si convertì al Signore in Antiochia. E ne giunse notizia alla chiesa di Gerusalemme; e mandarono Barnaba fino ad Antiochia. Arrivato colà, veduta la grazia di Dio, si rallegrò ed esortò tutti a perseverare nel Signore con cuore risoluto; egli infatti era uomo virtuoso, e pieno di Spirito Santo e di fede. E acquistò gran moltitudine al Signore. Barnaba andò poi a Tarso a cercare Saulo, e trovatolo, lo condusse ad Antiochia. E per un anno intero si trattennero in quella chiesa, e istruendo gran moltitudine, così che, per la prima volta, in Antiochia i discepoli furon detti Cristiani. C'erano nella chiesa d'Antiochia profeti e dottori tra i quali Barnaba, Simone, chiamato il Nero, Lucio di Cireneo Mànaen. fratello di latte del Tetrarca Erode. e Saulo. Or mentre essi attendevano al servizio del Signore e digiunavano, disse loro lo Spirito Santo: «Mettetemi da parte Saulo e Barnaba, per un' opera alla quale li ho eletti». Allora, dopo di aver digiunato e pregato, imposte loro le mani, li congedarono.

GRADUALE
Ps 18:5; 18:2
In omnem terram exívit sonus eórum: et in fines orbis terræ verba eórum.
V. Coeli enárrant glóriam Dei: et ópera mánuum ejus annúntiat firmaméntum.

La loro voce si è diffusa per tutta la terra: e le loro parole sino ai confini della terra.
V. I cieli narrano la gloria di Dio: e il firmamento annunzia le opere delle sue mani.

ALLELUIA
Allelúja, allelúja
Ps 15:16
Ego vos elégi de mundo, ut eátis et fructum afferátis: et fructus vester maneat. Allelúja.

Alleluia, alleluia.
Vi ho scelti di mezzo al mondo perché andiate e portiate frutto, e il vostro frutto sia duraturo. Alleluia.

EVANGELIUM
Sequéntia sancti Evangélii secúndum Matthaeum.
Matt 10:16-22
In illo témpore: Dixit Jesus discípulis suis: Ecce, ego mitto vos sicut oves in médio lupórum. Estóte ergo prudentes sicut serpentes, et simplices sicut columbae. Cavete autem ab homínibus. Tradent enim vos in conciliis, et in synagógis suis flagelíábunt vos: et ad praesides et ad reges ducémini propter me in testimónium illis et géntibus. Cum autem tradent vos, nolíte cogitare, quómodo aut quid loquámini: dabitur enim vobis in illa hora, quid loquámini. Non enim vos i estis, qui loquímini, sed Spíritus Patris vestri, qui lóquitur in vobis. Tradet autem frater fratrem in mortem, et pater fílium: et insúrgent fílii in parentes, et morte eos affícient: et éritis odio ómnibus propter nomen meum: qui autem perseveraverit usque in finem, hic salvus erit.

In quel tempo: Disse Gesù ai suoi discepoli: «Ecco io vi mando come pecore in mezzo ai lupi: siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe. Guardatevi dagli uomini, poiché vi tradurranno nei tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe, e sarete condotti davanti a governatori e a re per causa mia, per rendere testimonianza a loro e ai pagani. E quando sarete nelle loro mani non preoccupatevi del come rispondere, o di ciò che direte; perché in quel punto vi sarà dato quel che dovrete dire, non essendo voi che parlate, ma lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. Il fratello consegnerà il fratello perché sia dato a morte, e il padre il figlio; e insorgeranno i figli contro i genitori e li faranno morire. E sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvo».


Credo


OFFERTORIUM
Ps 44:17-18
Constítues eos príncipes super omnem terram: mémores erunt nóminis tui, Dómine, in omni progénie et generatióne.

Li porrai come principi su tutta la terra, essi faranno ricordare il tuo Nome, Dio, per ogni generazione di generazione.

SECRETA
Múnera, Dómine, obláta sanctífica, et, intercedénte beáto Bárnaba Apostolo tuo, nos per hæc a peccatórum nostrórum máculis emúnda. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

Rendi sacri, o Signore, i doni a te presentati e, per intercessione del tuo beato apostolo Barnaba, in grazia di essi mondaci dalle macchie dei nostri peccati. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

PRÆFATIO DE APOSTOLIS
Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre: Te, Dómine, supplíciter exoráre, ut gregem tuum, Pastor ætérne, non déseras: sed per beátos Apóstolos tuos contínua protectióne custódias. Ut iísdem rectóribus gubernétur, quos óperis tui vicários eídem contulísti præésse pastóres. Et ídeo cum Angelis et Archángelis, cum Thronis et Dominatiónibus cumque omni milítia coeléstis exércitus hymnum glóriæ tuæ cánimus, sine fine dicéntes:

E’ veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza innalzare a te, Signore, la nostra preghiera. Ti supplichiamo, Pastore eterno: non abbandonare il tuo gregge, ma per mezzo dei tuoi Santi Apostoli custodiscilo e proteggilo sempre. Continui ad essere governato da quelli che tu stesso hai eletto vicari dell'opera tua, e hai costituito pastori. E noi, uniti agli Angeli e agli Arcangeli ai Troni e alle Dominazioni e alla moltitudine dei Cori celesti, cantiamo con voce incessante l'inno della tua gloria

COMMUNIO
Matt 19:28
Vos, qui secúti estis me, sedébitis super sedes, judicántes duódecim tribus Israël.

Voi che mi avete seguito, sederete su troni a giudicare le dodici tribù d'Israele.

POSTCOMMUNIO
Orémus.
Súpplices te rogámus, omnípotens Deus: ut, quos tuis réficis sacraméntis, intercedénte beáto Bárnaba Apóstolo tuo, tibi étiam plácitis móribus dignánter tríbuas deservíre. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

Preghiamo.
Umilmente ti supplichiamo, o Dio onnipotente; per intercessione del tuo beato apostolo Barnaba, concedi a coloro che hai nutrito dei tuoi sacramenti di servirti, mercé la tua grazia, con la santità della vita. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Nessun commento:

Posta un commento